Vicenza, non cala l'attenzione su Campo Marzo
Breaking News

Vicenza, non cala l’attenzione su Campo Marzo

Vicenza – Proseguono, a Vicenza, i controlli straordinari compiuti dalla polizia locale nella zona di Campo Marzo. Nel complesso, le verifiche dei giorni scorsi hanno portato al sequestro di 156 grammi di sostanze stupefacenti, nel dettaglio 88 grammi di marijuana e 68 grammi di hashish. Inoltre, gli agenti hanno denunciato due persone con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato altri due uomini per consumo di bevande alcoliche.

Nel dettaglio, durante il primo intervento, sabato mattina, è stata controllata la zona vicina al parco giochi di viale Ippodromo. Qui gli agenti hanno recuperato un involucro di plastica nera, ricoperto di cellophane trasparente, che conteneva circa 15 grammi di marijuana.

Lunedì pomeriggio una pattuglia è intervenuta a Campo Marzo dopo aver notato, grazie alle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza, comportamenti sospetti da parte di un gruppo di persone. Una di loro, in particolare, è stata vista sotterrare, in tre momenti diversi, involucri scuri, quelli che si solito vengono usati per nascondere le sostanze stupefacenti. Subito dopo, il gruppetto si è allontanato in direzione della stazione ferroviaria. La pattuglia antidegrado è intervenuta, rinvenendo cinque involucri contenenti marijuana, per un peso complessivo di 67 grammi, e un involucro con circa 68 grammi di hashish.

Sempre lunedì pomeriggio e di nuovo grazie alle immagini catturate dal sistema di videosorveglianza di Campo Marzo, la pattuglia antidegrado ha sanzionato due stranieri che stavano consumando alcol, verso il lato del parco giochi di viale dell’Ippodromo. Per finire, nel pomeriggio di ieri, martedì 16 ottobre, oltre al ritrovamento di 6 grammi di marijuana, la polizia locale, durante un servizio di controllo svolto con un cane antidroga, ha denunciato per resistenza a pubblico ufficiale due nigeriani che avrebbero cercato di divincolarsi per sfuggire al controllo degli agenti.

“Fondamentale – ha commentato il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco – è stata l’attività di controllo a distanza, effettuata con i sistemi di videosorveglianza, che ha messo in evidenza movimenti sospetti e fatto scattare l’immediato intervento delle pattuglie. La presenza dei nostri agenti a Campo Marzo sta dando risultati importanti non tanto e non solo sulla lotta al degrado e allo spaccio, ma anche sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *