Basket, scivolone a Milano per la VelcoFin Vicenza
Breaking News
Eleonora Zanetti, ala/pivot della VelcoFin InterLocks Vicenza
Eleonora Zanetti, ala/pivot della VelcoFin InterLocks Vicenza

Basket, scivolone a Milano per la VelcoFin Vicenza

Milano – “Milano è ancora a quota zero in classifica, ma io non mi fido”. Queste le parole di Aldo Corno alla vigilia del match tra la sua VelcoFin InterLocks Vicenza e le lombarde del Ponte Casa d’aste Milano. E infatti ieri sera, nell’anticipo della terza giornata di andata del campionato di serie A2 di basket femminile, le biancorosse sono state sconfitte dalle padrone di casa con il risultato di 64-58.

Quella andata in scena alle 18 al PalaGiordani è stata una gara dai due volti. Per i primi 30 minuti, infatti, le orange di coach Franz Pinotti hanno dominato, arrivando alla terza sirena in vantaggio per 57-35. Nell’ultimo quarto, invece, è stata Vicenza a prevalere. Le ospiti hanno messo a referto ben 23 punti, contro i 7 delle avversarie, ma questo non è bastato a cancellare il pesante gap accumulato nel resto della partita.

La gara ha praticamente sempre visto in testa le padrone di casa del Sanga: solo all’ottavo minuto, sull’8-10, la VelcoFin ha messo timidamente avanti la testa, ma è stata la prima ed unica volta. Poi è stato un monologo ambrosiano culminato con il massimo vantaggio, 51-25, della terza frazione. Su Vicenza, che non riesce a trovare la via del canestro, scende il buio più totale. La luce si accende solo negli ultimi dieci minuti.

Sul parquet la musica cambia e si vedono risultati lusinghieri. Corno punta sulla zona 1-3-1, che permette di recuperare palloni su palloni e pian piano Vicenza lima il passivo. In due minuti le biancorosse infilano tre tiri pesanti (due di Monaco ed uno di Destro), ma vanno a bersaglio anche dalla media distanza e dalla lunetta. Un buon momento che consente alle vicentine di riportarsi in partita, con un break di 19-4 (dal 57-35 del trentesimo al 61-54 del trentasettesimo).

Il 61-54 con Kostova fuori per raggiunto limite di falli e con tre minuti ancora da giocare prometteva bene, ma la fiammella della speranza si è spenta definitivamente a 41 secondi dalla fine, sul 63-56, con un canestro annullato a Stoppa per blocco irregolare di Matic. Al PalaGiordani sono state quindi le milanesi a festeggiare, con la vittoria per 64-58.

Milano: Toffali 9, Calciano, Zagni 9, Capucci, Visigalli 2, Pagani ne, Kostova 8, Giulietti, Quaroni 15, Trianti 5, Gombac 16, Stilo ne

Vicenza: Matic 7, Chicchisiola 13, Destro 6, Monaco 17, Colombo 2, Stoppa 5, Gamba, Ferri 4, Santarelli, Zanetti 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *