Pusher a 72 anni. 1,5 chili di cocaina e 100 mila euro
Breaking News

Pusher a 72 anni. Ha 1,5 chili di cocaina e 100 mila euro

Vicenza – In Italia, è noto, le pensioni sono spesso di modesta consistenza, ed alcuni, come si suol dire, si ingegnano per arrotondare in qualche modo. Un esempio da non seguire certamente è però quello di un pensionato 72enne vicentino, o meglio, italiano residente in città da alcuni anni, che evidentemente ha pensato bene di arrotondare vendendo… cocaina. E gli affari dovevano anche andargli bene dato che la Guardia di Finanza, che lo ha pizzicato praticamente in flagrante, lo ha trovato in possesso di ben centomila euro in contanti, oltre ad un chilo e mezzo della malefica polvere bianca.

Tutto è avvenuto nel corso di un servizio di contrasto ai traffici illeciti, che le Fiamme Gialle hanno svolto a Vicenza nella serata di giovedì 13 settembre, un blitz antidroga nella cui rete è finito questo 72enne,  T.A.S.,  sono le sue iniziale, un soggetto caratterizzato da un elevato profilo criminale per i suoi numerosi precedenti di polizia.

Nel corso del servizio, i militari hanno controllato un’autovettura parcheggiata sul suolo pubblico. la vettura era lì da tempo,  ferma nella stessa posizione, come se fosse abbandonata. A bordo della macchina invece i finanzieri hanno trovato T.A.S. che, alla vista dei finanzieri, ha cercato di nascondere un sacchetto che teneva tra le mani, facendolo cadere sotto i piedi. L’atteggiamento anomalo non è passato inosservato ai militari, che hanno controllato il sacchetto trovandovi una decina di confezioni termosaldate contenenti cocaina.

E’ stato quindi approfondito il controllo dell’auto, ed in tutto è stata trovata cocaina per circa un chilo e mezzo, con una parte di essa che era nascosta in un fustino di detersivo perfettamente sigillato. Oltre alla cocaina, nell’auto è stato trovato, anch’esso ben nascosto, denaro contante per quasi 70 mila euro.

A questo punto Le fiamme Gialle sono andate a perquisire anche la casa del pensionato, e sono saltati fuori altri 30 mila euro, nascosti nei cuscini di un divano. Merita evidenziare il fatto che a trovare i soldi è stato il cane anti droga Zack che, stavolta, invece della droga ha fiutato le banconote che erano state, in precedenza, a contatto con la sostanza stupefacente. Trovati anche cinque bilancini di precisione, e materiale per il confezionamento.

“Accertata, quindi, – spiegano le Fiamme Gialle beriche – la flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio dell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, che è stato sequestrato, T.A.S. è stato arrestato e, su disposizione dell’autorità giudiziaria berica, accompagnato nel cacrere di Vicenza. La rilevante somma di denaro contante è stata sequestrata per il reato di ricettazione, poiché di sicura provenienza delittuosa, in ragione del profilo criminale dell’arrestato e degli esigui redditi da lui dichiarati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *